I Peuceti e la cultura Greca: Norba

(Sezione archeologica Museo Civico di Conversano)

Il periodo compreso tra V e III sec. a.C. segna l’incontro tra le popolazioni peucete e quelle greche - magnogreche, testimoniato dalla profonda influenza che la cultura greca di età classica ed ellenistica ebbe sulla cultura indigena della Peucezia.
In questo momento storico Norba, “La (città) Forte”, ovvero l’antica Conversano, visse una fase di estesa occupazione della collina attorno alla quale era organizzato l’abitato, e di diffuso popolamento.
L’esposizione museale offre una documentazione molto ricca per questi secoli, costituita quasi esclusivamente da corredi funerari di tipologia eterogenea.
Le testimonianze più quantitativamente rilevanti sono quelle ceramiche, che offrono un campionario completo per forme e decorazioni: dai più ricchi crateri a figure rosse ai “servizi da mensa” a vernice nera più o meno lucente; dalla ceramica suddipinta a quella di stile Gnathia; non manca, ovviamente, la ceramica indigena di uso comune, di impasto, acroma o decorata a fasce.
Particolarmente significativi, inoltre, sono una serie di oggetti in bronzo o ferro: strigili, tripodi, punte di lancia e di giavellotto, frammenti di cinturone, parures femminili, ecc.
Per quanto attiene l’arte orafa, infine, dalla tomba di una fanciulla del III sec. a.C. proviene un piccolo anello in oro.