La preistoria

(Sezione archeologica Museo Civico di Conversano)

Ai periodi più antichi della frequentazione umana di un’ampia area del sud-est barese risalgono una serie di reperti di varia tipologia: da campioni delle formazioni geologiche costituenti il territorio a conchiglie fossili e resti osteologici animali, dalla strumentazione litica (in selce e ossidiana) degli uomini del Paleolitico e del Neolitico ad una cospicua quantità di frammenti ceramici, d’impasto e figulini, impressi, incisi e dipinti.
Quest’ampia gamma di testimonianze archeologiche informa il visitatore circa un orizzonte climatico e ambientale antico decisamente differente dall’attuale, ma testimonia anche quali dovettero essere le condizioni di vita di quanti vissero negli insediamenti, in grotta e all’aperto, attestati nei territori di Conversano, Rutigliano, Polignano, Monopoli. Diviene così possibile comprendere l’economia, la quotidianità, la cultura materiale, la capacità simbolica e il sentimento religioso dei primi popolatori di questo territorio, in un ampio arco cronologico compreso tra circa 40 mila anni fa e l’XI sec. a.C., ovvero tra il Paleolitico Medio e l’età del Bronzo.